(L’OCCHIAIA. 70.)

Ancoro i piedi nel marmo della soglia e mi sporgo verso l’esterno. Ignorato dalla gravità mi abbandono agli abbracci del vuoto. Scricchiola il collo mentre giro la testa e con sguardi già allenati agli ingannevoli velami del quotidiano scandaglio la via fino a che non svolta per allontanarsi senza ripensamenti. Faccio lo stesso lungo il troncone opposto ma anche qui per i miei occhi oggi non c’è nulla che valga la pena d’essere annotato. Stessi cantucci, stesse latebre, stessi inciampi: tutto appare sputato uguale a ieri, all’altro ieri… persino le rondini sfrecciano sempre alla stessa velocità tagliuzzando metodicamente un cielo che scivola via indifferente ad un palmo scarso dai tetti di queste quattro case senza colore, cadenti e ormai per lo più disabitate. E sotto le maschere d’occasione dei passanti che ogni giorno, ad ore ben precise, mi incrociano senza mai sfiorarmi, indovino senza più meravigliarmi, smorfie identiche a quelle che già galleggiano sulle facce dei loro padri, dei loro nonni… una qualche minima differenza, per quanto mi sforzi, non riesco più a percepirla come tale! Un piccolo mondo bloccato nella mota dell’assodata, rassicurante ripetitività nel quale da anni annaspo benché continui a chiedermi cosa, cosa ancora mi lega a questo luogo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

l’asteroidicello gamma (il lavoro mentale) 42’78
poi dopo nulla (25.09) poi dopo nulla. Read more.
INCANTEVOLI POLLUZIONI
è arrivato Enrico mio dolce sodale che quel malmostoso di Newman ci ricama su con perfida e infida giaculatoria sui Read more.
DISINFETTARE GLI UTENSILI PER EVITARE INFEZIONI
Io le persone che amo non le voglio vicino a me. Ciò, nell’ambito della psicologia, può essere visto come un Read more.
ORE O SECONDI
ore secondi e mai uno tornato indietro l’ennesima rissa in discoteca e mai una in un museo dimmi dove sei Read more.
SULLE RIVE DEL TONTO (39)
Elio mi regala come regalo di compleanno un cofanetto. I gioiellieri amano conficcare dentro ogni loro cofanetto un anello o Read more.
IL CUCCHIAINO della domenica (diario – odierno – della guerra al maiale)
Ormai si assiste all’incredibile. Ma io me la godo e mi sento un cazzo e mezzo. Perché al contrario dell’utente Read more.
l’asteroidicello gamma (il lavoro mentale) 41’78
letizia (11.09) letizia: ‘si sta facendo un baratro tra quelli che leggono fantascienza e gli altri. non lo capisco. io Read more.
SE VUOI CAPIRE LO SPECCHIO
Contrario al leggere devi parole mie le capire vuoi se perciò, dell’inversione mondo il è mio il e specchio uno Read more.