LE ORCHETTE E IL PRIVE’

Io ho paura di Pollicino. Non è vero che è un esempio, oltre che un amico, per noi bambini. Il suo nome in codice è J1820, gira con una X6 grigio metallizzato importata dalla Germania, a cui mancano i fari, peraltro senza assicurazione, e è nato a Partinico. Un maledetto trasformista e un assassino: meglio non ricordare le malefatte che lo hanno reso celebre, altro che favoletta delle mollichine di pane. L’eco della sua voce (distante in questo momento circa 10.000 anni luce) è stata catturata da Erin Kara, astrofisica americana, per conto di una stazione spaziale americana che gli dava la caccia da tempo. Il malefico oggi è un buco nero. E in questo preciso istante – proprio in questo momento – se provate a guardare in alto lo vedrete intento a divorare una stella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* * *
Con il disavanzo endemico avente carattere di malattia gli animali e i vegetali di un dato territorio si ammalano e Read more.
SPIRITELLI ROSSI SUI CIELI ITALIANI (liberamente ispirato alle osservazioni di Roger Spinner – Osservatorio di Montsevelier – fonte ANSA)
Spiritelli rossi lampeggiano sopra un temporale nel nord Italia La tempesta si accanisce contro Veneto e Lombardia Gruppi di spiritelli Read more.
PERDE PEZZI
la casa vive e muore in aria perde pezzi si affloscia sulle fondamenta la polvere disegna l’aria ” song of Read more.
NON MI CHIEDERE
Non mi chiedere dove sei perchè non scrivo se ti amo io sono un’isola non potrei esistere se non ci Read more.
ora che (19) – marzo 1980 –
‘quando ti vedo?’ ‘quando vuoi, da qui non mi muovo’ – ora per favore tu dovresti scostarti un po perché Read more.
SOMMOSSA
Oggi mi sento Ottocentesco e voglio organizzare una sommossa. Ci appostiamo, tutti e mille, intorno al crocevia dove arriverà il Read more.
GIACENZE DI MAGAZZINO
pane e cioccolato pane bianco pane nero pane duro pane e panelle pane con milza pane di stelle pane di Read more.
LE OSSA CONTANO
Le ossa contano come le costole rinforzate delle petroliere gli spilli imbastiti nell’orlo delle gonne la sensibilità “alle palpebre di Read more.