l’asteroidicello gamma (il lavoro mentale) 33’78

prima prova
(30.07)
venivano sempre da qualche parte. una parte molto esterna caro endi. ed erano o come mi sembravano disar¬mati. disarmati di pennacchio. infatti in quelle sta¬gioni ns grazia concepiva le sorelle silenzio sotto¬forma di munizione senza pennacchio cioè senza obiet¬tivo. e così mi rubavano in con¬tinuazione la macchina. e ns grazia non poteva viaggiare. era difficile cercare a piedi qualche straniero da risparmiare. per soddisfare l’umiltà di quelle sorelle che venivano da fuori da spazi completi inventerei qui ora un pubblico.
poi con le stagioni successive ns grazia imparò a conser¬vare pezzi di spago. si allenò a costruire le misure per le sorelle perché le sorelle ormai stavano qui stabil¬mente. ns grazia dimenticò co¬s’è il pubblico. e questo territorio perciò as¬sunse la configurazione della vit¬tima da proget¬tare. tutto, poco fa fu pronto. e io stesso co¬minciai a capire che la collina interminabile che sta al centro di questo territorio può finalmente essere scalata.
cominciai a raggranellare una sufficiente quan¬tità di vento e mi costruii una figlia già cre-sciuta vistosa¬mente estranea e brusca. insomma tutta da descrivere (perché ha molte funzioni da svolgere e molta energia da spendere).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LA TERZA FIGLIA
A volte, quando anche la seconda fra le tue figlie è rientrata, saranno le quattro del mattino, e tu finalmente Read more.
INTERNO UNO
Quando l’Uomo creò Dio, Annabianca era impegnata in un’altra conversazione, perciò non vide sorgere la Luna et le Stelle, né Read more.
NIENTE E’ DIVERSO E SE E’ DIVERSO NON E’ MAI VERAMENTE DIVERSO
I 6 effetti benefici del bicarbonato. I 5 vantaggi della frutta secca. I 9 cibi più ricchi di iodio. Gli Read more.
(capitolo quattordicesimo) E GLI AVOCADO SPARIRONO NEL GIRO DI UNA NOTTE
La dottoressa citofona a Gina e le dice di chiamare l’ascensore. Il computer è riparato. Gina preme il pulsante, attende Read more.
ora che (6)
– lo scrivere e il parlare sono presi a pesci in faccia dal fare – appunto tu cominci a fare Read more.
IO SONO JACK SMITH (II)
Non saluto alle spalle della gente. Io sono jack smith. Se ti giri dopo che ti ha detto addio non Read more.
IL FLUSSO
C’è questo flusso e bisognerebbe eliminarlo. O meglio, sarebbe meglio se non ci fosse. E invece c’è. È in posizione Read more.
ora che (5)
‘ehi tu’ (ma si ‘ehi tu’) ‘io’? ‘tu, dove stai andando?’ ‘non posso?’ ‘hai con te il biglietto?’ ‘certo che Read more.