ANCORA SULLA BREXIT

Perché si celebrano ogni anno con tanto di investimenti pubblici ricorrenze come (solo per fare un esempio) la sagra del “cannolo di Piana degli Albanesi” o la festa del “mercato dei cavalli di Prizzi”? Semplicemente perché a Piana degli Albanesi alla produzione del cannolo e a Prizzi al commercio di bestiame la comunità locale attribuisce un enorme valore, considerandoli entrambi patrimonio imprescindibile della storia di quel territorio, patrimonio che non può e non deve perciò essere dimenticato pena la decadenza dell’identità di quel territorio stesso. Immaginando però una “sagra del cannolo di Piana degli Albanesi” celebrata a Prizzi o un “mercato dei cavalli di Prizzi” celebrato a Piana degli Albanesi ci metteremmo a ridere. Dagli inglesi dovremmo imparare anche questo: hanno visto con giusto anticipo quanto fosse imprudente, nel nome del vantaggio dell’uniformità dei sistemi bancari europei, applicare una norma svizzera in una regione tanto diversa come la Sicilia (non è andata esattamente così ma importa poco) solo perché a Basilea funzionava ed era la migliore possibile. E che non tener conto di tradizioni e storia economica di una comunità, fosse pure la più piccola, equivale a tralasciare una parte fondamentale della storia di quella vita locale pena la decadenza della vitalità economica di quella comunità stessa. Che è quello che sta succedendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PARLA STEFANO AL TRAMONTO VISIVO
Se dopo il dolce lei ci racconta di presenze che arrivano da altri mondi – una superba torta cantonese coperta Read more.
IDIOSINCRASIE 6
Gli zingari della musica facevano vibrare i suoni sinusoidali, / ora tortuosi, ora avvolgenti, ora ululanti del Theremin / poi Read more.
DUE GIORNI (3)
lunedì   raccolta l’uva americana insieme a P. un filare di vite sul ciglio di un terrazzamento. l’uva tagliata attira Read more.
MI AMI PER FAVORE? (V)
Oggi ho visto una paglietta guidare l’auto avanti la mia. Sorrideva, la paglietta, sembrava in forma: grano duro fiero di Read more.
SONO STATA BRAVA NEL BOSCO
“Sono stata brava nel bosco” un morso alla gola il momento in cui sono più felice è quando soffoco dalla Read more.
IN CUCINA C’ERA UNA NUVOLA
in cucina c’era una nuvola entrata dal balcone, di sicuro si era persa perché lì non c’è il cielo. pensai Read more.
QUEI 68 MQ DI UNIVERSO / Come un selfie, profondo…
In un tempo che finisce di contare se stesso, qualcosa riconosce in un filamento fluttuante – simile ai mille e Read more.
TRANSIZIONI – 24
trascinati eccoli. con la ritrosia dei vetri di pioggia. le gallerie del vento piangono luci. stramazzando silenzi. eccoli. tracimati. continuano Read more.
UN PUNTO
Certo, si dice: Lilli Gruber. Ed è vero che è una grande giornalista donna. Se fosse stata una grande giornalista Read more.