ARTISTI

Era l’autunno impastato del vostro postremo disagio / Era il tempo caduco del vostro meritato dissesto / Era l’albero spoglio e stento del vostro accecato malestare / Era la scura nuvola piovorna del vostro essere soli e dispersi…

Era la foglia morta del vostro stuporoso terrore / Era lo sradicato bosco del vostro cuore malato e losco / Era il cielo nero del vostro depresso strisciare / Era il sitibondo deserto del vostro inglorioso sbandare…

Era il mare invelenito della vostra personalità sconquassata / Era l’acqua putrida degli stati interiori del vostro progressivo crollo / Era l’incendio devastante del vostro ripetuto collassare / Era la buia palude del vostro errabondare senza qualcosa o qualcuno a cui pensare…

Era la vertigine allucinatoria della vostra mortale vuotitudine / Era il sospiro asfissiante della vostra irredimibile melancholia / Era la luna storta della vostra vituperosa licantropia / Era l’esplosione violenta del vostro sfinimento infernale…

Era la nota notturna della vostra musica gioiosa e feroce / Era la voce rauca della vostra poesia inconsapevole / Era la montagna disincantata della vostra lirica attitudine a rinascere comunque / Era la fredda alba di vita e di rabbia del vostro volervi artisti contro tutti i pareri contrari…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* * *
Con il disavanzo endemico avente carattere di malattia gli animali e i vegetali di un dato territorio si ammalano e Read more.
SPIRITELLI ROSSI SUI CIELI ITALIANI (liberamente ispirato alle osservazioni di Roger Spinner – Osservatorio di Montsevelier – fonte ANSA)
Spiritelli rossi lampeggiano sopra un temporale nel nord Italia La tempesta si accanisce contro Veneto e Lombardia Gruppi di spiritelli Read more.
PERDE PEZZI
la casa vive e muore in aria perde pezzi si affloscia sulle fondamenta la polvere disegna l’aria ” song of Read more.
NON MI CHIEDERE
Non mi chiedere dove sei perchè non scrivo se ti amo io sono un’isola non potrei esistere se non ci Read more.
ora che (19) – marzo 1980 –
‘quando ti vedo?’ ‘quando vuoi, da qui non mi muovo’ – ora per favore tu dovresti scostarti un po perché Read more.
SOMMOSSA
Oggi mi sento Ottocentesco e voglio organizzare una sommossa. Ci appostiamo, tutti e mille, intorno al crocevia dove arriverà il Read more.
GIACENZE DI MAGAZZINO
pane e cioccolato pane bianco pane nero pane duro pane e panelle pane con milza pane di stelle pane di Read more.
LE OSSA CONTANO
Le ossa contano come le costole rinforzate delle petroliere gli spilli imbastiti nell’orlo delle gonne la sensibilità “alle palpebre di Read more.