PER UN PAIO DI OCCHIALI

Entrai per comprare un paio di occhiali nel negozio più fornito della città. Sull’uscio una gentile signorina si premurò di farmi accomodare e mi presentò un giovane omuncolo che si prese cura di me. Cominciò a sfoggiare la sua torrenziale dialettica proponendomi un’interminabile gamma di lenti e montature sparse sul tavolo, me ne fece indossare un centinaio, magnificandomene la qualità e l’estetica, elargendomi sconti imperdibili, pronto a regalarmi altri quattordici paia di occhiali se avessi preso quello più prestigioso, mi fece i complimenti per l’età, apprezzò la mia sciarpa, mi chiese che lavoro facessi e aggiunse che conosceva tanti miei colleghi, mi propose ulteriori ribassi di prezzo per la mia famiglia e i miei amici. Erano passati quarantacinque minuti e io avevo fame, sonno e la prostata non ce la faceva più. Abbozzai un “ci penserò”, ma Salvo – il nome l’aveva stampato su un’etichetta appuntata sul petto – non mi ascoltò. Il tono era chiaro e squillante, la parola scivolava leggera, gli occhi fermi sui miei. Mormorai un “adesso è tardi”, ma Salvo continuò ad armeggiare su lenti e montature, mi parlò del suo piatto preferito e delle treccine di sua figlia, del suo cane senza denti e della collega un po’ baldracca. Sentii un ronzio dentro la testa, gli conficcai le aste del più prestigioso paio di occhiali dentro le pupille. Mi alzai e uscii dal negozio, non prima di avergli dato fuoco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

IL CINQUE MAGGIO
C’era quello. Siccome che il respiro gli mancava C’era da credere che fosse morto Anche perché aveva la faccia strana Read more.
ULTIMA SETTIMANA DI SETTEMBRE
Nel genio asintotico in cui si ritrova la sua testa c’è spazio per la pioggia che si infessura, sussurra non Read more.
TRE MADONNINE
Ieri ho visto tre Madonnine di maiolica che passeggiavano al sole per un sentiero della Valle Agordina. Pur lacrimando, come Read more.
l’asteroidicello gamma (il lavoro mentale) 15’78
la rosa del deserto la mia personale perfezione non tollera le prospettive delle turbe circostanti. attorno a me. in relazione Read more.
THE GOOD
Un chilo di 21 ingredienti di sintesi e di molecole coltivate in laboratorio che “a differenza della mucca, che non Read more.
INCIPIT/EXCIPIT (John Cheever)
Era una domenica di mezza estate in cui tutti se ne stanno seduti e continuano a ripetere: “Ho bevuto troppo Read more.
RISCHI DELLA CITAZIONE
«Contrary to Reason, against the Day», dice Thomas Pynchon le cose che immancabilmente farei, a costo di perdere ogni cosa. Read more.
MATEMATICAMENTE AL 50%
1 non sarò mai famoso non capisco i grossi problemi fare la spesa ed essere riconosciuto essere frainteso dai giornalisti Read more.
(capitolo sesto) E GLI AVOCADO SPARIRONO NEL GIRO DI UNA NOTTE
Accendo la radio. Sono state immagazzinate informazioni in frammenti attivi del tessuto cerebrale di un mammifero. L’esperimento è stato effettuato Read more.