STORIE DI UN RIGO O POCO MENO ovvero Brasiliani di SiracusA

1) Fatta fu l’ultima fatta.
2) La notte del peccato Dio era ubriaco.
3) Nero entrò in galleria color caffè.
4) L’impiegato dell’acquedotto tenne una lezione di diritto amministrativo al citofono.
5) Cancellava la stanchezza spruzzando il vetril sulla sua specchiata bellezza.
6) Lei sapeva di oliva, non era extravergine.
7) Si faceva i film e quelle dosi bastavano.
8) Tutti i funzionari raggiunsero l’obiettivo, ma la campata squagliò.
9) Il maresciallo scovò la vittima nelle viscere dell’assassino, conosceva da sempre Tuttipolli.
10) Il Commissario Scovò, venuta la sua ora, nascose le budella, perché non le prendessero vive, erano troppi i segreti.
11) Ricorda cose che non ha vissuto e va come una Ferrari.
12) Ho incontrato un uomo con la mia giacca.
13) Mezzomorto si riprese alla fermata Ostia Santa.
14) Nacque vecchio, morì giovanissimo.
15) Cresceva con gli aromi altrui.
16) Il boss invisibile da anni era diventato sindaco intanto.
17) Al cimitero dentro il telefonino signora che urla : “ mi senti, ti sei svegliato?”
18) Stanco di masticare.
19) Nove Paulaner cantavano sul davanzale ohilì ohilà.
20) Apo si era affezionato al suo spazzolino.
21) La freccia dell’autostrada ROUTE entrò nella pancia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TRATTENERE UN LEMBO ALL’ALBA
trattenere un lembo all’alba di un assurdo blu quando è l’era dei morti viventi o forse pensieri incrociati e – Read more.
5/10
Pensare restava un’occupazione possibile (pensare non è riflettere) Il bisogno di raccogliersi e ricapitolarsi (guardando fuori, lontano…) È l’autunno Pigrizia Read more.
(L’OCCHIAIA. 99.)
Affronto i pioli traballanti della scala allungata dentro un’oscurità puzzolente di muffa senza esitazioni, due per volta, allontanandomi alla svelta Read more.
AUTUNNO
la fiera] è in omaggio sul terrazzo il vaso sporge in continuazione liberate la fiera occasione di saldi come le Read more.
da MITOLOGIA DEL CENCIO – n.27
L’arte è pace comune Ricettacolo d’epoche Dove la paura perde Teche di immagini feroci. Mi si dia l’estro Per morire Read more.
TRAUMA 3
jazz la radio. refrigerio ventilato. aria flussi e superfici. la convenzione della mano destra. in camera lo specchio col riflesso Read more.
VECCHI
Vecchi che a non dire “sbrighiamoci a morire” motivi buoni ne possono trovare, per esempio il tressette da finire, le Read more.
NON E’ PASSATA LA PASSIONE 4
  Non è passata la passione / non è bastata la passione Tuttora non c’è una possibile conclusione o soluzione. Read more.
FRAMMENTO 5
Giocare è insegnare idee, ha scritto Andréa Azulay. Eppure l’uomo vive sotto l’azione di forze delle quali conosce l’esistenza. Come Read more.