ROUTINE N.2 di Gaetano Altopiano

Alcuni, in verità molti ultimamente, mi da fastidio persino sentirli masticare. Figuriamoci vederli aprire bocca tra un boccone e l’altro. Lo scricchiolio prodotto dai molari mi da nausea, e pensare che anche le loro parole escano da quella sentina mi fa rabbrividire. Divento sempre più intollerante a spettacoli tipo “mandibole che lavorano”, “bocche che si aprono e chiudono”, “lingue che schioccano sui palati”, così da tempo non mangio più fuori casa, declino gli inviti, mi fingo impegnato, ma, se costretto, preferisco di gran lunga i locali frequentati e rumorosi: riesco a concentrarmi meglio sul nulla; a non pensare alle carie, alle mezze dentiere, ai pezzi di carne incastrati tra canini e incisivi. Sere fa però un pranzo inevitabile. Uno dei commensali che non smette di torturarmi con sermoni sulla buona e cattiva politica del paese. Non credo ne capisca molto, ma intanto si fissa con me e non la smette di tampinarmi. Mastica in maniera innaturale, in modo tanto stomachevole che a un certo punto – tra le cazzate che dice e quella vista insopportabile – sono costretto a scappare al bagno. Appena dentro piscio e mi appoggio contro il muro, faccio lunghi respiri. Uno, due. Mi viene in testa il monologo di Edward Norton nella 25° ora. Vaffanculo, vaffanculo, vaffanculo. Ma dalla bocca mi esce soltanto: “ è vero. è vero. è vero. ormai posso solo farmi travolgere dall’alcol.” scritto esattamente così, senza rispetto per la punteggiatura. (Charles Bukowski, pagina 44, Taccuino di un vecchio sporcaccione). Poi, mi sparo nel locale. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PARTE DELLA CATENA GANGLIARE
I più antichi colonizzatori delle terre emerse sembra siano stati i cognomi costituiti da uno scheletro esterno, non quelli con Read more.
CON LA MONETA
Con la moneta corrente di un paesaggio i morti ci ripagano, non vanno, anzi, ritornano qui altrove nei paraggi, sul Read more.
OGNI TABELLINA HA UN SUO COLORE
Ogni tabellina ha un suo colore, come la mattina dalla finestra che va dal blu all’arancione.   Quella del tre Read more.
QUI SI FANNO TRAMEZZINI CON GAMBERETTI BOREALI
sciabordio assordante e schiuma tanta schiuma e viscide alghe rivoltolate rabbiosamente insieme alla sabbia strappata via al fondale da marosi Read more.
VARIETY (4 tempi sincopati) – 2
fatto l’esempio il] treno che brucia i binari sono sassi della tombola piove da riempire stringhe il ponte girevole uno Read more.
QUADRO 5 – 18/10
Guardate questo quadro, Maestà Ma cosa gli hanno fatto (è completamente distrutto) … È forse vita questa Volete dei biscottini, Read more.
ATENEO
Che Tripaldi sia uomo degno di stima è un fatto assodato, al di qua come al di là della posizione Read more.
[TUTTE LE COSE SOLIDE]
  Tutte le cose solide svaporano nell’aria il mondo sfibrato di fibra in fibra viaggia in innvervazioni in contorsioni annullato Read more.